Samsung: progettata la Smart Bike, la bicicletta intelligente

Recentemente Samsung ha lanciato un nuovo programma chiamato Samsung Maestro’s Accademy, volto alla formazione di giovani artigiani italiani specializzati nel Made in Italy, attraverso una serie di lezioni e laboratori online tenuti dai più grandi rappresentanti nazionali nei rispettivi settori.

Uno di questi è Giovanni Pelizzoli, uno dei più grandi telaisti italiani, il quale unisce le sapienti tecniche acquisite in oltre 45 anni di esperienza artigianale con le migliori tecnologie nel campo dei materiali e del design. Dall’incontro di una delle studentesse della Samsung Maestro’s Accademy, Alice Biotti e del maestro Pelizzoli, nasce la prima Smart Bike al mondo, pensata per unire comfort, sicurezza, tecnologia e design in un unico prodotto.

Il filmato ci mostra un prodotto avveniristico che, probabilmente, non vedremmo mai sul mercato sotto questa forma, ma che da uno spunto da cui partire per la realizzazione di mezzi sempre più sicuri e “intelligenti”; ad esempio grazie al telaio progettato per assorbire le vibrazioni più dannose e fastidiose per il corpo.

Un altro degli aspetti della SmartBike interessanti è rappresentato dalla possibilità di sfruttare 4 sensori laser che vanno a creare una pista proiettata sul manto stradale, in modo da segnalare la presenza del ciclista nelle ore notturne. Oltre a ciò è possibile collegare il proprio smartphone alla Smart Bike in modo da poter visualizzare ciò che accade dietro di noi, grazie alla videocamera integrata nella parte posteriore del telaio.

A completare la dotazione di accessori della SmartBike ci pensa la presenza di un sistema GPS integrato, in grado di segnalare alle autorità locali quali percorsi possono essere convertiti in piste ciclabili in base alla frequenza con cui vengono utilizzati dai ciclisti.

La nuova Samsung Smart Bike, già presentata al Milano Design Week 2014, ha riscosso da subito un successo notevole, mostrando le potenzialità rappresentate dall’incontro di futuro e tradizione abbinati alla creatività propria del Made in Italy.

Fonte: Maestrosacademy.it

Post author

Inserisci un commento