Scribble Ink: la penna che scansiona i colori e li riproduce

Catturare il colore da una foglia, un’arancia o un qualsiasi oggetto e poi riprodurlo su carta o su un dispositivo mobile. Non è roba da film fantasy, ma quanto realmente possibile grazie a due penne tecnologiche presto disponibili sul mercato e acquistabili in rete. Il prodotto innovativo si chiama Scribble ed è disponibile in due versioni: Scribble Ink e Scribble Stylus.

Nel dettaglio la penna Scribble Ink è dotata di una cartuccia d’inchiostro (nero, bianco, ciano, magenta e giallo) che permette di disegnare su carta, mentre Scribble Stylus è destinata a chi intende colorare sullo schermo dei dispositivi mobili, come smartphone e tablet, sui quali deve essere però installata un’apposita app denominata Scribble+. Sia nell’uno che nell’altro caso la penna è dotata di batteria al litio, di un cavo Usb e di una tecnologia bluetooth 4.0 per connettersi al pc o ad altri dispositivi. Scribble è lunga circa 16 centimetri ed ha un peso che oscilla tra i 34 (Stylus) e i 39 grammi (Ink). I sensori colori di cui sono dotate le due penne tecnologiche sono a 16 bit e riescono a memorizzare fino a 100mila diversi colori in uno spazo di archiviazione di 1 gigabyte.

Le penne Scribble, destinate soprattutto ad artisti e disegnatori, sono state ideate da Mark Barker e Robert Hoffman e saranno lanciate anche sul sito sito di crowdfunding per progetti creativi Klickstarter. Al momento non è possibile ancora acquistarle, ma sul sito Getscribblepen.com è possibile iscriversi per ricevere un avviso circa la loro disponibilità. Il costo è elevato, ma non troppo forse per chi desidera avere in pugno tutti i colori del mondo: 79,95 dollari per la versione Stylus e 149,45 per la Ink.

Riepilogo delle specifiche

Link consigliato: Sito ufficiale

Post author

Inserisci un commento