Google: Google Glass sviluppati con la tecnologia quantistica

quantistico glass

A maggio Google ha lanciato il  Quantum Artificial Intelligence Lab  utilizzando l’hardware della canadese quantum computing company D-Wave e la competenza tecnica della NASA. Si tratta di un progetto molto ambizioso il cui scopo è quello di esplorare le capacità dell’architettura informatica quantistica e di associarla alle ricerche spaziali. In realtà alcune delle applicazioni derivanti dagli esperimenti e dagli studi, sono servite a Google per tutt’altro e in particolar modo per lo sviluppo di alcuni prodotti.

La prima applicazione pratica è infatti stata sui Google Glass, ma non immaginatevi chip incredibili o hardware quantistici all’interno degli occhiali. Più semplicemente gli ingegneri hanno utilizzato i chip quantistici per lavorare sul rilevamento del battito di ciglia utilizzato per scattare foto e altre operazioni sui Glass. L’applicazione della tecnologia quantistica ha permesso di elaborare un algoritmo migliore in grado di capire gli ammiccamenti volontari rispetto a quelli involontari.

Per motivi tecnici, il processore quantistico non potrà mai essere utilizzato sui Google Glass, ma può fornire comunque interessanti applicazioni per migliorare la tecnologia sulla quale si basano gli occhiali.

Via | The Verge

Post author

Inserisci un commento